Territorio


 

Furono proprio gli antichi greci a dare un notevole impulso alla viticoltura locale e oggi, il territorio di Eloro, con temperature medie che superano i 17° con punte estive attorno ai 42°, con i propri vigneti coltivati ad alberello, con produzione di 70-80 Q.li per Ha, è la culla del vino più pregiato prodotto con uve nero d'Avola: l'ELORO DOC Nero d'Avola.
Trenta chilometri a nord di Eloro sorge un'altra importante e antichissima colonia greca: la città di AKRAI (oggi Palazzolo Acreide) dove gli scavi archeologici, oltre al bellissimo teatro greco, alle acropoli e ad altri rinvenimenti d'interesse storico-archeologico hanno portato alla luce un antico palmento denominato "Palmento di ACREMONTE", a testimonianza che il clima collinare (circa 750 mt slm) si prestava ottimamente alla lavorazione delle uve e alla conservazione dei vini.